Marshmallow Games: app che mescolano gioco e apprendimento

TEAM

Cristina Angelillo, CEO e co-founder
Massimo Michetti, CTO e co-founder
Davide Angelillo, CFO e co-founder
Marianna Pappalardi, Art Director e co-founder
Francesco Capozzi, Senior Developer
Francesco Di Carlo, Senior Developer
Francesco Coppola, Quality Assurance
Teresa Guido, Digital Artist & Animator
Marta Zamparelli, Digital Artist & Animator
Stefania Massafra, Marketing & Communication

PROGETTO

Marshmallow Games realizza app educative per avvicinare i bambini alle materie scolastiche in una maniera innovativa e divertente, in un mix di gioco e racconto che alterna una componente editoriale a una componente fortemente interattiva basata sull’elemento ludico. Cristina ci racconta della prima linea di app sviluppata da Marshmallow Games:

La nostra prima linea di app si chiama Math Tales e, come dice il nome stesso, è incentrata sull’apprendimento della matematica. Math Tales si presenta come una saga di racconti di matematica, quindi è costituita da diverse app che si differenziano per ambientazione e personaggi, ma soprattutto per la difficoltà degli esercizi.

INNOVAZIONE

Marshmallow Games fonde un elemento editoriale tradizionale, che può essere il racconto, la filastrocca o semplicemente un testo, a una parte fortemente interattiva basata sul gioco. L’innovazione si gioca tutta in questo incrocio, che rende l’apprendimento più divertente e dinamico. La presenza di giochi contestualizzati nella tematica trattata rende l’esperienza di utilizzo molto coinvolgente e accattivante. Ma non finisce qui. Aggiunge Cristina:

Abbiamo inoltre delle forti basi tecnologiche che ci hanno permesso di sviluppare un motore per consentire di realizzare app senza alcuna competenza tecnica e senza scrivere una riga di codice. Questo ci consente di velocizzare notevolmente gli sviluppi e di concentrarci sul vero cuore dei nostri prodotti, ovvero i contenuti.

STORIA

La storia di Marshmallow Games nasce da una scoperta a dir poco rivoluzionaria. I due fondatori Cristina e Massimo, che sono una coppia non solo nel lavoro ma anche nella vita, apprendono che diventeranno presto genitori. Questo li spinge a mettere insieme le proprie competenze e passioni, con un obiettivo chiaro: lanciare, prima della nascita della loro bimba, la prima app “Math Tales – La Fattoria”. Raggiunto questo traguardo iniziale, i fondatori decidono di continuare su questa strada, portando la startup a crescere. Oggi il team di Marshmallow Games è composto da dieci persone con competenze eterogenee ed è una squadra in continua evoluzione.

I bambini sono molto attratti dai nuovi strumenti digitali come smartphone e tablet sin da piccolissimi ed è incredibile la naturalezza con la quale vi si approcciano. Allora perché non inventarsi un modo accattivante e divertente per migliorare il loro tempo di utilizzo di questi strumenti?

Com’è noto, i marshmallow sono uno dei dolci più noti e apprezzati da tutti i bambini. Così i fondatori non hanno avuto dubbi. Il nome della startup doveva rappresentare tutta la dolcezza del mondo dei bambini e l’invito al gioco inteso come strumento di apprendimento e non soltanto di svago.

La startup entra in TIM #Wcap nel 2015. Un bilancio dell’esperienza?

Prima di tutto TIM #Wcap ci ha fatto allontanare dalla nostra città, Bari. Ci ha fatto vivere 5 mesi a Milano, che è una startup city e il luogo ideale per ampliare la propria rete e confrontarsi con altre realtà. Durante i mesi di accelerazione, abbiamo seguito diversi corsi su varie tematiche relative al business, molto interessanti e formativi. Abbiamo conosciuto molte startup e ci siamo confrontati con realtà più o meno diverse da noi, il che ci ha aiutato ad aprire la mente a nuove idee. Abbiamo incontrato tante persone molto competenti nel settore che ci hanno dato una mano a focalizzare alcuni aspetti del business e che oggi rappresentano per noi un punto di riferimento.

L’amore di due genitori, la passione per il proprio lavoro, il gioco e tutto il sapore di uno dei dolci più diffusi, soffici e apprezzati al mondo. La somma di questi ingredienti ha portato a un risultato che non lascia dubbi sul potenziale di questa nostra startup: Math Tales finora è stata giocata più di 500mila volte, e sono oltre 30mila i bambini che si divertono con l’app di Marshmallow Games.