#TIMgirlsHackathon: Go, girls, go!

Successo per il #TIMgirlsHackathon, l’appassionante maratona di coding dedicata alle studentesse delle scuole superiori, che si è svolta ieri al TIM #Wcap Accelerator di Milano.
Dopo le tappe di Roma e Bologna, il progetto di TIM ha infatti chiamato a partecipare anche le studentesse di Milano per avvicinarle al mondo della programmazione.

L’hackathon è una sfida a colpi di coding durante la quale sviluppatori, hacker e appassionati si uniscono in team per realizzare progetti software o hardware, condividendo idee e creatività, e per accrescere le competenze in modo innovativo e divertente.

Realizzato in collaborazione con Codemotion – la più grande conferenza per developer in Italia – #TIMgirlsHackathon ha permesso alle ragazze di vivere il mondo della tecnologia da protagoniste, lavorando in piccoli team in un’immersione totale di circa sette ore. Le studentesse sono state affiancate da esperte tutor, professioniste dell’ICT di TIM e dai mentor di Codemotion.

Un progetto di grande respiro che ha l’obiettivo di avvicinare il mondo femminile all’informatica, in particolare al coding, e che ha proposto alle ragazze di affrontare il tema del cyberbullismo e dell’uso consapevole del web attraverso lo sviluppo di un’app.

Ha aperto la giornata Carlotta Ventura, Group Senior Vice President Brand Strategy & Media di Telecom Italia, che ha dato il benvenuto alle ragazze iscritte al contest e alle due straordinarie mentor che hanno partecipato all’evento: Paola Bonomo, Regional Director, Global Marketing Solutions, Southern Europe Facebook e Claudia Parzani, Presidente ValoreD, Partner dello Studio Legale Linklaters Italia.

Mara Marzocchi, co-founder di Codemotion, ha fornito alle partecipanti le indicazioni e gli strumenti per lo svolgimento della competizione.

Carlotta Ventura e le sue ospiti hanno sottolineato quali e quanti siano oggi per le donne gli ambienti e i territori professionali ancora da scoprire legati al digital e all’hi-tech.

Ad accompagnare il lavoro delle ragazze oltre alle tutor, sono state idealmente anche alcune grandi innovatrici, le “Muse dell'informatica”, che lungo il corso della giornata sono state ricordate sullo stream di Twitter. Erna Schneider Hoover, Radia Perlman, Ada Lovelace Byron, Arianna Menciassi e altre donne di scienza, grandi studiose, appassionate, curiose e pronte ad accettare sfide spesso ritenute impossibili.

Carlotta Ventura ha anche evidenziato come, grazie alla tecnologia e a TIM, sia oggi certamente più facile rispetto al passato fare parte di un contesto globale e collaborativo, un universo in cui l’innovazione e la ricerca possano diventare partecipate e condivise.

La maratona si è conclusa, dopo un intervento di Anna Testa di TIM #Wcap Accelerator Milano, e Valeria Cagnina, la più giovane digital champion e travel blogger d’Italia, con la vittoria del team di ragazze che ha realizzato l’app Block (una tecnologia che permette di tutelare la privacy e il rischio di utilizzo delle foto attraverso watermark e il parental control), scelto e premiato con i TIM College pack da una giuria di esperti composta da Gianluca Pancaccini, Chief Information Officer Telecom Italia, Anna Testa, Adriana Santanocito, CEO Orange Fiber, startup di TIM #WCap, Carlotta Cattaneo, StartUp Tutor e Tutor & Project Manager presso PoliHub, e Valeria Cagnina.