Agesic, sicurezza semplice

Team

Michele Carlucci CEO, co-founder
Riccardo bianchi Co-founder
Salvatore Carlucci COO, co-founder
Riccardo Guadagnoli, grafico
Federico Piccirilli, programmatore

 

Progetto

Agesic è una soluzione pensata per la sicurezza delle persone che lavorano da sole fuori dalla sede aziendale. Rileva in maniera tempestiva e automatica gli stati di emergenza e le condizioni di pericolo del lavoratore, allertando in tempo reale l’azienda.

TIM #Wcap Roma

 

Innovazione

Non è necessario un dispositivo dedicato, che comporterebbe un ingombro per la persona e una veloce obsolescenza dell'hardware. Agesic viene installato su un comune smartphone, pensato per non inviare falsi allarmi che potrebbero compromettere l'utilità del servizio, estensibile con sensoristica esterna che analizza l'ambiente e/o lo stato fisico della persona garantendogli sicurezza.

 

Storia

“Siamo sul mercato dal 2012. Ma grazie a TIM #Wcap, in pochi mesi, il nostro prodotto ha preso forma come startup e sta crescendo velocemente.”

Salvatore ama dire che nel lavoro la passione fa la differenza tra una semplice idea e un progetto di valore.
Agesic è un’idea di business ma anche una startup con un’importante funzione sociale: migliora la sicurezza sul lavoro.

“La nostra app viene istallata sullo smartphone e grazie all’accelerometro, al GPS e all‘utilizzo della rete dati dello smartphone stesso, rileva in tempo reale il malessere o l'infortunio del lavoratore e invia automaticamente un allarme ai telefoni cellulari collegati e al pannello di controllo della centrale remota. La segnalazione tempestiva permette così l’intervento immediato dei soccorsi. Inoltre, attraverso l’utilizzo di appositi sensori, aGesic è in grado di segnalare situazioni di pericolo derivanti da alte concentrazioni di monossido di carbonio, forti fonti di calore o malessere cardiaco del lavoratore. Si possono salvare molte vite grazie a un’app del genere”.

 

Agesic nasce come soluzione a un problema. Serviva un prodotto che superasse i dispositivi di vecchia concezione, troppo complessi, scomodi e perfino imprecisi. Quindi era necessario realizzare qualcosa che fosse facile da usare e da indossare, abbastanza affidabile da evitare fastidiosi falsi allarmi. Alcuni degli strumenti del passato segnalavano l'emergenza anche se un operatore si trovava in posizione supina, senza curarsi se effettivamente fosse in stato di pericolo o se stesse svolgendo un'attività professionale.
Nessuno, prima di Agesic aveva preso in considerazione la possibilità che un individuo potesse essere in difficoltà anche stando in piedi.

“Abbiamo affrontato ogni singola criticità, cercando di sfruttare al meglio l’hardware degli smartphone.
Abbiamo iniziato a lavorare su un’app che facesse un uso sapiente dell’accelerometro, lo strumento che controlla lo stato di movimento dello smartphone. Dopo un tempo prestabilito di immobilità del dispositivo, Agesic in maniera automatica, senza necessità dell’ intervento dell’operatore, invia allarmi. Grazie alla geolocalizzazione è inoltre possibile sapere dove poter inviare tempestivamente una squadra di soccorso per risolvere l'eventuale problema.”

Salvatore ha conosciuto TIM #Wcap grazie all’amico Carlo Camusso, CEO di Fattura24, una startup selezionata in una delle scorse edizioni di TIM #Wcap.

“Stare in acceleratore ci ha sicuramente aiutato a capitalizzare le esperienze fatte in questi anni con i nostri attuali clienti. Con mentor e consulenti TIM #Wcap stiamo costruendo insieme le linee guida del nostro percorso commerciale e di sviluppo aziendale.”

 

 

Come possono semplificare la vita i software di Intelligenza Artificiale? Scopri Sofia Sofia, The Real Smart Living Environment