Accelerazione - Mese 1

Il 6 luglio scorso è partito il nostro programma di accelerazione. I team si sono subito messi al lavoro e il tempo è passato in fretta per le 40 startup selezionate.

È iniziata per loro la prima parte del Digital Innovation Year, cioè quattro mesi di accelerazione bruciante per prepararsi ad andare sul mercato.

Gli startupper hanno trovato tutta l’energia degli acceleratori TIM #Wcap di Milano, Bologna, Roma, Catania, i maggiori centri dell’innovazione italiana. E, seguiti tutti i giorni dai nostri mentor, hanno partecipato anche ai momenti di formazione previsti dal percorso di accelerazione.

Sei i moduli svolti finora. Il primo, dedicato al Business Model Canvas, con i docenti di Beople, è iniziato dall’acceleratore di Milano e si è concluso a Catania. Gli open space pieni di fogli e post-it. I nomi delle startup, i progetti. Gli startupper hanno imparato che le idee e i passaggi possono essere volatili e che non ci sono molte certezze. Il lavoro quotidiano deve essere dinamico, in movimento, e l’imprenditore sempre pronto a cambiamenti e a pivot utili a reinventarsi. Questa, a fine corso, è sembrata l’essenza dell’innovazione.

Il secondo modulo riguardava le questioni legali che chi si occupa di impresa innovativa deve conoscere e approfondire. Legal: diritto privato, diritto commerciale e societario, le tipologie contrattuali che si possono istituire con fornitori e clienti, e tanto altro dai docenti dello studio NTCM.

Il terzo appuntamento è stato dedicato ad agile e lean production. Roberto Bettazzoni di Agile42 ha insegnato agli startupper come rendere leggera la struttura produttiva e aziendale. Inoltre, approfondendo la tecnologia scrum e utilizzando strumenti di team bulding ha mostrato quanto sia importante l’impatto del metodo agile sulle dinamiche di sviluppo di un progetto.

La Customer Acquisition è stato il tema del quarto modulo. Silvia Vianello ha spiegato ai giovani imprenditori che una delle cose più importanti per chi fa startup è guadagnare visibilità. Sono state passate in rassegna le diverse tecniche delle Customer Acquisition, mostrando i diversi canali per aumentare il traffico e l’acquisizione dei clienti.

User Experience e interaction design, dalla voce di Alberto Mucignat di Dolab, sono stati gli argomenti trattati nel corso del quinto modulo. Mucignat ha spiegato cos’è la UX, quali i principi cardine di un argomento fondamentale per l’innovazione. Ha analizzato alcune delle nostre startup, con degli user testing e con verifiche, e infine ha suggerito come migliorare l’esperienza utente relativa ai loro prodotti.

Sesto e ultimo modulo prima della pausa estiva.

Social Media Marketing con Roberto Fuso Nerini di The Vortex. La presenza delle startup sui social network è fondamentale, ma nell’autorappresentarsi in rete non bisogna dare nulla per scontato. Prima di guadagnare spazio sui social, bisogna mettere a punto una buona strategia mediatica. Ciò servirà anche a creare un ecosistema attorno al proprio brand e a posizionarlo efficacemente sul mercato.

Da oggi, due settimane di relax per riposarsi e tornare più carichi di prima. Perché anche gli startupper - sempre creativi, produttivi, mai fermi - hanno bisogno di vacanze.