Catania: TIM WCAP ospita il TEDx Salon

Smart o dark? Le opportunità e i lati oscuri della tecnologia e delle Smart Cities. Questo è stato l’argomento dell’ultimo appuntamento dell’iniziativa The Future of City, il progetto nato fra TIM WCAP Catania e TREE per proporre soluzioni innovative in ambito smart cities e smart communities, attraverso strumenti quali hackathon, programmi di innovazione ed eventi rivolti a talenti e startup.

 

È stato un appuntamento speciale, quello andato in scena martedì 14 maggio a TIM WCAP,  che per l’occasione ha ospitato il primo TEDxCataniaSalon, un evento che, riprendendo lo stile internazionale dei “TEDx”, animerà il territorio etneo fino al grande evento TEDxCatania del 19 ottobre.

L’incontro in TIM WCAP ha rappresentato anche un momento di riflessione particolarmente importante e, sotto alcuni aspetti, innovativo. Perché se delle Smart Cities abbiamo imparato a conoscere le potenzialità, durante i passati incontri di The Future of The City, in questa occasione sono stati affrontati anche i possibili lati oscuri.

Infatti, il cambiamento della società moderna va di pari passo con l’evoluzione dei centri urbani e questo apre una serie di questioni etiche e di sicurezza, che rappresentano vere e proprie sfide per l’umanità.

A immaginare i possibili scenari ci hanno pensato due docenti dell’Università degli Studi di Catania:

Come nei film

Davide Bennato (insegna Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche) ha approfondito il rapporto tra le Smart Cities del futuro, concepite spesso con il solo compito di fornire servizi in ottica utilitaristica, e le persone che le abiteranno.

Cittadini che stanno modificando il concetto stesso di spazio urbano: un surrogato dei rapporti umani, come vediamo in alcune rappresentazioni del futuro cinematografiche (Black Mirror, per citarne uno).

Robot e crimini

La responsabilità delle macchine è stato il centro focale dell’intervento di Giovanni Giuffrida che oltre all’attività di docenza su Informatica, Intelligenza Artificiale, Big Data e Data Management, ha anche quella di imprenditore Founder e CEO di Neodata Group, società che si occupa di costruire soluzioni Digitali e analisi di Big Data. I problemi etici dei veicoli a guida autonoma sono uno dei nodi principali che la società deve affrontare in futuro, per capire in che modo i robot gestiranno situazioni complesse, che possono sfociare in veri e propri crimini.

Nel 2040” - ha spiegato il professore - le macchine commetteranno più crimini degli umani”.