Byke, cooler than cool

Team

Francesco Rellini, CEO e co-founder
Liana Moro, CMO e co-founder
Pietro Vermicelli, COO e co-founder

 

Progetto

Byke è un’app di scooter sharing ed è la nuova community italiana per dare e richiedere passaggi in moto, risparmiando tempo e stress. Iscriviti come Byker e fatti rimborsare, tramite l’app, per ogni passaggio offerto.

TIM #Wcap Roma

 

Innovazione

Un’alternativa conveniente e smart per chi voglia spostarsi velocemente in città o per chi voglia abbattere i costi di utilizzo del proprio scooter. Valorizza l’uso delle moto nei contesti urbani, sfruttando un potenziale inesplorato dalle piattaforme di network transportation e decongestionando il traffico.

Storia

“Sei giovane, lavori in centro a Roma o Milano. Stacchi ogni giorno alle 18.00 e prima di cena vorresti allenarti nella tua palestra preferita, ma il traffico è allucinante e i mezzi pubblici affollatissimi. Rischi di perdere la lezione di crossfit delle 18.30. Tuttavia, conosci Byke, ti piace la sharing economy e ami le città smart. Quindi, tiri fuori il tuo smartphone e richiedi un Byker che passa a prenderti con il suo scooter in meno di 10 minuti. Il Byker arriva e ti saluta per nome, portandoti rapidamente e comodamente davanti alla tua palestra.”

Questa, racconta Francesco, è la tipica esperienza di Byke e costa all’incirca quanto un biglietto della metro.

Francesco e Liana si sono conosciuti in Thailandia, dove utilizzavano giornalmente i popolari “moto­taxi” per andare al lavoro, scivolando velocemente nell’impressionante traffico di Bangkok. Riflettevano spesso sulle potenzialità di un servizio simile in Italia, ma svolto non da moto-tassisti di professione, bensì inserito nel filone della sharing economy. Un network tra privati che volessero trarre reciproco vantaggio dallo scambio di passaggi in moto e scooter.

“In seguito, quando ho vissuto a Los Angeles, mi sono divertito a provare diverse piattaforme di ride­sharing. È lì che ho deciso di trasformare l’idea di Byke in un progetto concreto, importando il modello asiatico di ‘moto­taxi’ in Europa, ma declinandolo in versione sharing/networking con l’aggiunta della tecnologia digitale.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 2014 Byke viene selezionata da TIM #Wcap ed è iniziata l’avventura della prima piattaforma di sharing interamente italiana dedicata agli scooter. Grazie al percorso di accelerazione i ruoli del team vengono definiti meglio e il prototipo dell’app viene concretizzato. Dopo una settimana dal lancio su App Store, Byke viene infatti selezionata tra le migliori nuove app, e ne parlano iphoneitalia, ipaditalia, Applelife, Dueruote…
 
Byke è un termine slang americano che significa "cooler than cool". Fighissimo, insomma. Si pronuncia come "bike" e quindi rimanda ironicamente alla figura iconica del "biker" (che ora diventa byker), il duro che scorrazza in sella a una Harley Davidson.
Ma al di là dei giochi fonico-linguistici, la proposta di valore di Byke è davvero win-win-win: l’utente risparmia tempo e stress, il byker risparmia denaro e le città diventano più smart e meno inquinate.

 

Ti interessa la sharing economy? Ecco iGoOn! iGoOn, l’autostop digitale